Studio di impatto ambientale ad ampio raggio  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE AD AMPIO RAGGIO

A seguito della delibera del Consiglio Comunale del 26 marzo 2007 il Comune di Calcinato si era impegnato:

a) a sostenere ufficialmente la posizione di netta contrarietà a nuove autorizzazioni di discariche sul territorio comunale, comunicandola ufficialmente alle Istituzioni preposte all'esame di istanze di concessione e adottando azioni e provvedimenti conseguenti;

b) a comunicare ai nuovi interlocutori provinciali e regionali le opzioni inserite nelle convenzioni allegate alle autorizzazioni a cavare rilasciate e a diffidare ufficialmente gli interessati da rilasciare nuove autorizzazioni di discariche se prima non vengano rispettati i vincoli previsti;

c) di redigere una valutazione d'impatto ambientale cumulativa e non comparativa, ad ampio raggio comprendente anche i comuni limitrofi;

d) a sostenere una VAS da inserire nel PGT, come previsto dalla normativa, che faccia esplicito riferimento ai contenuti della VIA comulativa;

Conseguentemente il Comune di Calcinato ha affidato all'Università IUAV di Venezia - Dipartimento di Urbanistica - un incarico per lo svolgimento di un programma di analisi e valutazione dello Studio di Impatto Ambientale ad ampio raggio teso a valutare la situazione dell'ambiente in relazione alle discariche cessate, in attività e richieste sul territorio del Comune di Calcinato e dei Comuni confinanti.


I lavori hanno inizio il 30 novembre 2007 con un soppraluogo sul territorio di Calcinato da parte del Gruppo di Lavoro dell'Università IUAV di Venezia.
Nel mese di luglio 2008 tutta la documentazione necessaria per la redazione dello studio di impatto ambientale viene consegnata al Gruppo di Lavoro.
Il programma di analisi e valutazione dello studio di impatto ambientale è così costituito:

PARTE PRIMA
- Aspetti introduttivi e mandato di studio
- Analisi critica dello studio diga group
- Analisi qualitativa degli impatti cumulativi
- Inquadramento contestuale di area vasta
- Individuazione dei caratteri e delle criticità emergenti
- Approfondimento: l’acqua del fiume Chiese, risorsa e fonte di sviluppo
- Criticità riscontrate
- Obiettivi e linee guida
- Conclusioni

PARTE SECONDA
- Caratterizzazione dello Stressor Frame generale secondo la metodologia DCGIS©
- Analisi delle vulnerabilità ambientali e territoriali e caratterizzazione del Vulnerability frame
- Determinazione di indici di impatto cumulativo su area vasta e focus analitici sul sito della Diga Group
- Analisi ad aree progressive sulla mappa di vulnerabilità delle destinazioni urbanistiche del territorio
- Analisi di correlazioni tra indici di impatto e mappe di vulnerabilità ambientale
- Allegato tecnico di descrizione del sistema Dynamic Computational G.I.S. (DCGIS©)
- Appendice 1: Tabulati di calcolo dell’indice di scoping
- Appendice 2: Analisi ad aree progressive relativa alla correlazione tra la mappa delle destinazioni urbanistiche e gli indici disaggregati relativi alle componenti “PM10” ed acustica


CHI :  

UFFICIO ECOLOGIA E AMBIENTE


Sede comunale, P.zza Aldo Moro, 1

RESPONSABILE :  

geom. Federica Lombardo

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile