IMU 2019  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

ALIQUOTE IMU 2019

Per l'annualità 2019 sono confermate le aliquote e le detrazioni fissate per il 2018 come qui di seguito riepilogate:

IMU 2019

(DELIBERA DI C.C. N. 55  DEL 21/12/2018)

Presupposto dell’imposta è il possesso di beni immobili siti nel territorio del Comune, a qualsiasi uso destinati e di qualunque natura, con esclusione delle abitazione principali non relative ad immobili classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e delle pertinenze delle stesse.

L’imu è dovuta dai seguenti soggetti passivi:

- PROPRIETARI O TITOLARI DI DIRITTI REALI SUI FABBRICATI

- PROPRIETARI O TITOLARI DI DIRITTI REALI SUI TERRENI AGRICOLI

- PROPRIETARI O TITOLARI DI DIRITTI REALI SUI AREE EDIFICABILI

- ESENTI ABITAZIONI PRINCIPALI E RELATIVE PERTINENZE (TRANNE LE CATEGORIA A/01– A/08–A/09 E RELATIVE PERTINENZE)

- ESENTI I FABBRICATI RURALI STRUMENTALI ALL’ATTIVITA’ AGRICOLA

Tipologia immobili

Aliquote imu

Abitazione principale categorie A/02-A/03-A/04-A/05-A/06-A/07 e pertinenze

esenti

Fabbricati rurali strumentali

esenti

Abitazione principale e relative pertinenze possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata

esenti

Terreni agricoli (solo se di proprietà e condotti direttamente da coltivatori diretti o IAP)

esenti

Terreni agricoli

9,6 per mille

Abitazione principale categorie A/01-A/08-A09 e pertinenze

2 per mille con detrazione di € 200,00

Aree fabbricabili (per valori medi si rinvia alla delibera di G.C. n. 74 del 28/05/2013)

9,6 per mille

Altri fabbricati (seconde case, case affittate, negozi, uffici, capannoni, magazzini ecc)

9,6 per mille

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il proprietario o titolare di diritto reale e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo. Qualora un contribuente sia proprietario di un’abitazione principale e di due garage accatastati in C/06 dovrà versare l’imu del 2° garage all’aliquota dello 0,96%.

La legge di stabilità 2016 ha previsto la possibilità di esclusione dei macchinari cosiddetti "imbullonati" dalla determinazione diretta delle rendite catastali del Gruppo D ed E: "Sono esclusi dalla stima diretta delle rendite catastali i macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo."  Le variazioni di rendita sugli immobili industriali con imbullonati effettuate entro il 15/06/2016 data hanno effetto retroattivo al primo gennaio 2016. Per gli aspetti tecnici si rinvia alla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 2/E DEL 01/02/2016.

La legge di stabilità 2016 ha previsto che la base imponibile è ridotta del 50 per cento per le unità immobiliari abitative, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato a genitori o figli che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Ai fini dell’applicazione di tale agevolazione il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione IMU (per maggiori dettagli si rinvia alla nota del MEF prot n. 2472 del 24/01/2016 e alla risoluzione del MEF  n. 1DF del 17/02/2016).

Rate e modalità di pagamento

Scadenze

Acconto  (pagabile solo con modello F24 – codice catastale B394)

17/06/2019

Saldo(pagabile solo con modello F24 – codice catastale B394)

16/12/2019

PER INFORMAZIONI

 

Per informazioni IMU e TASI  rivolgersi all’ufficio tributi del Comune di Calcinato che effettua i calcoli:

  • su appuntamento telefonico  - Tel 030/9989202 - 
  • su richiesta mail - tributi@comune.calcinato.bs.it - 
  • sul sito internet comunale www.comune.calcinato.bs.it é disponibile un “calcolatore tasi/imu” per il calcolo e la stampa dei modelli F24

Orari ufficio Tributi: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30 e il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (chiuso il mattino).

Per quanto non precisato nella presente informativa si rinvia alla normativa di legge e al regolamento comunale IUC.

IL RESPONSABILE DEL TRIBUTO

                                                                                                      Rag. Roberto Venturelli

PER IL CALCOLO IMU CLICCARE SULL'ICONA "CALCOLO IMU":  


CHI :  

UFFICIO TRIBUTI


Sede comunale, P.zza Aldo Moro, 1

RESPONSABILE :  

Roberto Venturelli

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile